Lo provo e vi faccio sapere!

sabato 5 aprile 2014

come cucinare i mussoli

Ieri il mio Vichingo è arrivato con una borsa piena di MUSSOLI presi direttamente dalla banchina di Trieste.
Molluschi mai visti prima .. quindi mi impegno a cercare informazioni per capire come si potrebbero cucinare.

Sul sito dell'ersa ho trovato questa descrizione:



Mussolo de scoio, Mussolo di scoglio, Arca di Noè

Mollusco allo stato vivo pescato lungo il litorale costiero regionale.
Categoria: preparazione di pesci, molluschi e crostacei
Territorio interessato alla produzione: Tutto il territorio marino del Friuli Venezia Giulia in corrispondenza di fondali rocciosi e/o con presenza di pietrame e substrati solidi.


Descrizione sintetica del prodotto

Mollusco allo stato vivo, pescato a mano o con attrezzi strascicanti lungo il litorale  costiero regionale.
Il “Mussolo de scoio” – Mussolo di scoglio,  all’atto dell’immissione al consumo deve rispondere, oltre alle norme igienico sanitarie previste dalla legislazione nazionale, alle seguenti caratteristiche:
Aspetto: Conchiglia con 2 valve ruvide uguali inequilatere, rigonfia di forma bizzarra che ricorda le imbarcazioni primitive. Il bordo interno delle valve si presenta liscio, cerniera sottile munita di circa 80 dentelli piccolissimi.
Colore:  esternamente la conchiglia si presenta bruna con striature bianco - rossastre. All’interno la colorazione è violastra, madreperlacea ed iridescente.
Dimensione: la conchiglia deve avere un minimo di 40 mm di lunghezza;
Sapore: delicato, di mare.

Descrizione delle metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura

La pesca del “mussolo” avviene ormai, causa la scarsità della risorsa disponibile,  solamente a mano, ad opera di alcuni operatori subacquei autorizzati. Tramite immersioni su alcuni  punti prestabiliti, l’operatore subacqueo professionista stacca, con una particolare operazione manuale rotatoria e per mezzo di un apposito coltello , i mussoli da rocce e substrati duri a cui essi sono attecchiti.
Con questa metodica di pesca vengono raccolti solo esemplari adulti in ottimo stato di vitalità.

Umh.. ok.. e adesso che so cosa sono.. come li cucino? 

Tramite un passaggio di telefonate risalgo a Gigi, un ex pescatore che mi dice di spadellarli con un bicchiere d'acqua per 15/20 minuti, aprirli e mangiarli così come sono perchè sono molto saporiti. Al massimo si possono condire semplicemente con olio e.v.o. , pepe e una spruzzatina di limone.
Non sono indicati per fare una pasta o risotto in quanto sono un pochino gommosi. Nulla di immangiabile eh.. solo che bisogna masticarli un po'.

Visivamente il mollusco aperto sembra una grande cozza dal gusto saporito anche senza condimento 

Ecco alcune immagini che ho scattato


MUSSOLO CHIUSO

MUSSOLO APERTO

MUSSOLO SUL CUCCHIAIO

4 commenti:

  1. ciao,ho notato il mollusco: si puo' gentilmente sapere se si possono vendere e a quanto pressapoko? io li conosco ma da me in liguria non si trovano,quindi quando capito al sud in vacanza li vorrei comprare... grazie mille ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Che io sappia sono molluschi della zona Triestina e Istriana, ma non saprei se in altre zone d'Italia sono reperibili. Per quanto riguarda il prezzo non saprei aiutarti.

      Elimina
  2. Oggi li ho comprati in quel di Bari. Costo: 6 euro al kg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver condiviso questa precisazione!
      :-)

      Elimina